Lunedì, 06 Luglio 2020 15:55

RICORSO STRAORDINARIO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PER LA MANCATA PROROGA DEI CONTRATTI DI SUPPLENZA NEL PERIODO DEL COVID-19

Pubblicato in Scuola
Come noto il d.l. 18 del 17 marzo 2020 come convertito in legge, ed in particolare l’art. 121, ha disposto che, nei periodi di chiusura o di sospensione delle attività didattiche disposti in relazione all'emergenza sanitaria da COVID-19, le istituzioni scolastiche statali avrebbero dovuto stipulare contratti a tempo determinato al personale docente provvisto di propria dotazione strumentale per lo svolgimento dell'attività lavorativa, nel limite delle risorse assegnate, al fine di potenziare le attività didattiche a distanza.

A seguito di tale decreto, però, il Ministero dell’Istruzione ha emanato una serie di note mediante le quali si è di fatto vanificata la tutela prevista nella disposizione legislativa, escludendovi i docenti i cui contratti di supplenza terminavano prima del 17 marzo (data di entrata in vigore del d.l. 18/20) nonché quelli i cui contratti terminavano ad inizio aprile (precludendo ogni ulteriore proroga).

Sulla base di tali premesse lo studio ha intenzione di esperire ricorso straordinario al Presidente della Repubblica chiedendo l’annullamento delle note ministeriali che hanno leso i docenti supplenti mediante i predetti limiti temporali; resta ferma, in caso di epilogo favorevole di tale iter, la possibilità di richiedere eventualmente ed in separata sede il risarcimento del danno relativamente alle somme non percepite.

In considerazione della diversità tra le situazioni sopra menzionate, saranno predisposti due differenti ricorsi.

Il costo dell’azione è pari ad € 250,00 cadauno. Tale preventivo fa riferimento ad un ricorso collettivo che vede un minimo di 15 partecipanti.

Si specifica sin da ora che l’azione è subordinata al raggiungimento del numero minimo di adesioni, pari a 15. Pertanto qualora e se non si raggiungesse tale numero il ricorso non verrà spiegato.

Per aderire è necessario perfezionare la presente procedura entro e non oltre domenica p.v. (12.07.2020) seguendo le istruzioni sotto riportate.

1. Compilare il FORM presente al link https://forms.gle/4SK57nBrSW2hmGfV9

2. Compilare la procura alle liti allegata in duplice copia.

3. Effettuare il bonifico alle coordinate bancarie allegate.

La procura alle liti, unitamente alla ricevuta del bonifico effettuato ed alla fotocopia del documento di identità e del C.F., dovrà pervenire via raccomandata a/r presso lo studio (Studio Legale Bonetti, Via di S. Tommaso d’Aquino n. 47, 00136 Roma) e via email all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. riportando nell’oggetto dell’email nonché sulla busta della raccomandata a/r la seguente dicitura “Nome + Cognome – Ricorso proroghe supplenti ANTE 17 marzo 2020” oppure “Nome + Cognome – Ricorso proroghe supplenti POST 17 marzo 2020”.

Si invita a prestare particolare attenzione nell'inserimento dei dati nel FORM online con l'avvertimento che le comunicazioni da parte dello studio avverranno a mezzo e-mail all'indirizzo indicato al momento della compilazione del FORM. Per tale ragione Vi invitiamo a indicare esclusivamente indirizzi e-mail e non indirizzi pec.

Attenzione, la carenza della documentazione richiesta o l’inesattezza dei dati inseriti comporterà l’esclusione dal ricorso.

Questo studio declina ogni responsabilità in merito all’eventuale mancata proposizione del ricorso qualora non siano rispettate le procedure di cui sopra.

Visite oggi 129

Visite Globali 3139822